ANMIC - Comitato provinciale di Bergamo

via Autostrada n.3, Bergamo. Vedi cartina
Orari della segreteria:
lun/mar/giov/ven. 8.30 -12.00 | 14.00 -17.30. - Mer. e sab. 8.30 - 12.00
Posta ordinaria: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo Posta certificata: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo



L'ANMIC non ha incaricati che vengono a casa vostra per chiedervi offerte o proporvi vendite. Se qualcuno viene da voi e vi chiede soldi per l'ANMIC č un truffatore: denunciatelo subito. Polizia (Tel. 113) Carabinieri (Tel. 112).

Cinquant'anni al fianco dei disabili

Home arrow News arrow L'ANMC DI BERGAMO PROTESTA PER LA FINANZIARIA
L'ANMC DI BERGAMO PROTESTA PER LA FINANZIARIA PDF Stampa E-mail

Roma, 7 Luglio 2010 -Manifestazioni di protesta contro la legge finanziaria.

 

Fin dalla prima lettura, si era rilevato come alcuni articoli della legge finanziaria fossero penalizzanti per i disabili e le loro famiglie. I malumori della categoria si sono concretizzati nella grande manifestazione di protesta del 7 luglio, organizzata da Fand e Fish (Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap), che ha portato a Roma, davanti al Palazzo di Montecitorio, oltre 4.000 disabili provenienti da tutta Italia.

Una delegazione dell'Anmic di Bergamo, composta da una cinquantina di persone ha raggiunto Roma per unirsi alla manifestazione e protestare contro alcune norme contenute nella proposta della legge finanziaria che si potevano rivelare veramente dannose per molti portatori di handicap.

In particolare si trattava dell'innalzamento dal 74% al 85% della percentuale di invalidità necessaria per ottenere l'assegno di 256 euro mensili, inoltre la manovra prevedeva anche un inasprimento delle norme per accedere all'indennità di accompagnamento, attualmente riconosciuta alle persone che non sono in grado di svolgere da sole gli atti della vita quotidiana.

Alcuni onorevoli, per lo più dell'opposizione, hanno portato la loro solidarietà ai manifestanti che hanno presidiato a lungo la piazza di Montecitorio, nonostante l'afa e alcuni lievi malori che hanno colpito alcuni partecipanti.

La protesta ha sortito l'effetto voluto, tanto che nel pomeriggio, alcuni portavoce hanno comunicato che è stato messo a punto un emendamento che di fatto ripristina la situazione precedente: in pratica rimangono invariate le attuali condizioni in merito al riconoscimento del diritto all'assegno di invalidità e a quello di accompagnamento.

Ora spetta al Parlamento approvare questi emendamenti in fase di esame della legge nel suo insieme. I prossimi giorni saranno decisivi per verificare se le promesse questa volta sono state mantenute.

07072010730_web.jpg

 

Ultimo aggiornamento ( martedė 27 settembre 2011 )
 

Ricerca nel sito

Oltre le barriere

Progetto Diego